Blog

Costruisci la tua reputazione online: comunica 2.0

Già oggi è la nomea a determinare il tuo successo

Quando parliamo di reputazione online dobbiamo considerare che siamo nell’era della comunicazione. Abbiamo così facile accesso alle informazioni che ormai le diamo per scontate e queste determinano in modo sostanziale le nostre decisioni. Causano il comportamento di ognuno di noi.

Infatti se ci pensi un secondo, nel momento in cui devi compiere una scelta, ad esempio l’acquisto della tua nuova macchina, prima di farlo cerchi di capire quali automobili ci sono sul mercato che rispecchiano più o meno le tue esigenze. Le vai a provare e dopo questa fase di reperimento dei dati compri la macchina dei tuoi sogni, tutto questo anche in base alla reputazione online che queste automobili o i loro brand hanno.

Questa raccolta di elementi solitamente prevede anche il confronto con qualche tuo conoscente “tecnico” o comunque fidato che ti possa dare qualche consiglio in merito: soprattutto se anche lui ha provato o acquistato le autovetture candidate.

L’importanza del passaparola (anche online)

Il passaparola o comunque la richiesta di un commento (feedback) è un fattore di valutazione importante e talmente potente che può sovrastare tutti gli altri più “razionali”. La fiducia riposta nelle persone esperte e/o di altri consumatori è sicuramente maggiore rispetto a quella trasmessa dagli spot promozionali visti in TV dell’auto oppure dall’ “affamato” venditore che ci ha accolto in concessionaria.

Internet, come in molti altri casi, ha amplificato a dismisura quest’arma di persuasione (chiamata “Riprova Sociale”) portandola a livello planetario. Se non hai chiaro a cosa mi stia riferendo, ti faccio subito un paio di esempi riguardanti portali nati proprio per soddisfare questa esigenza: Tripadvisor.com e Migliorprezzo.it. In questi portali, uno turistico l’altro generalista, gli utenti condividono le proprie esperienze di soggiorno e acquisto valutando l’azienda, il prodotto e il servizio ricevuto.

Questo permette a chi desidera prenotare un hotel oppure fare un acquisto online di informarsi prima e sapere l’opinione che il mercato ha dell’azienda proponente. Ciò, come abbiamo già visto, incide positivamente o negativamente alla chiamata all’azione: in pratica funge da ago della bilancia per tenere o evitare un determinato comportamento.

Quindi già oggi la reputazione online è decisiva e nel futuro lo sarà sempre di più. Personalmente prevedo una selezione naturale che il mercato, anzi direi meglio le persone, faranno con chi non ha rispetto di loro oppure vanta promesse che poi sistematicamente vengono disattese.

Come costruire la tua fama online?

Ci sono 6 livelli di vita della reputazione: primi 3

  • Esistenza: avere il tuo sito, essere presente con un tuo spazio sul web.
  • Creazione dell’identità: affiancare alla presenza una serie di profili sociali come Facebook, Pagina FAN, Twitter, Instagram, etc. Attenzione, non ti sto dicendo che devi aprire tutti i profili possibili e immaginabili, ma ti consiglio di scegliere quelli più utilizzati dal tuo target e di sviluppare la tua identità su quelli, perché è là che i tuoi potenziali clienti ti cercheranno. 
  • Costruzione delle relazioni: grazie alla tua identità puoi comunicare e farti conoscere da altre persone che condividono le tue passioni. Puoi iscriverti anche a forum oppure commentare blog di nicchia. 

Gli altri 3 livelli fondamentali

  • Ascolto: non fare autopromozione, ascolta sempre i bisogni delle persone e cerca di aiutarle a risolvere i loro problemi. La fase di ascolto è basilare in tutte le relazioni sociali, proprio per questo siamo muniti di 2 orecchie e 1 sola bocca! 
  • Risposta: quando qualcuno ti contatta, ricorda di rispondere sempre e comunque (anche se si tratta di un saluto o di una richiesta che non puoi esaudire), fallo sempre velocemente e con la comunicazione DICC (Diretta, Informale, Cortese, Cordiale).

    Usa sempre il canale col quale sei stato contattato, perché se una persona ha utilizzato quel mezzo significa che è il suo preferito e si aspetta di continuare la discussione così come l’ha iniziata. Inoltre ricorda: una recensione negativa può essere sfruttata a tuo vantaggio, è impossibile piacere a tutti…quindi non cancellarla mai ma rispondi sempre argomentando e dimostrando che sai gestire situazioni critiche!
  • Monitoraggio: scandaglia il web alla ricerca di siti dove si parla di te o dei tuoi prodotti, questo ti servirà per toccare con mano se stai lavorando nella direzione giusta e dove puoi migliorare la tua reputazione online. Molto spesso sono gli stessi utenti a suggerire cosa c’è che non va, inoltre potrai intervenire nella discussione per ringraziare oppure argomentare le tue motivazioni in caso di contestazioni.

    Per fare questo monitoraggio, c’è un semplice strumento gratuito “Google Alert” che permette di ottenere avvisi via email per qualsiasi parole chiave (ad esempio il tuo “Nome e cognome” oppure il “Nome del tuo sito”, o ancora il “Marchio del prodotto”). Il sistema, appena scoverà un contenuto web dove sono presenti le parole indicate, invia immediatamente un avviso alla tua casella di posta, così da poter intervenire in modo estremamente tempestivo.

Man mano che seguirai e passerai da un livello a quello successivo la tua reputazione online crescerà e insieme a lei anche il tuo successo online!